Speciale “I Veri duri non si fanno male”: L’Ultimo Boy Scout

Home / MOVIES / Speciale “I Veri duri non si fanno male”: L’Ultimo Boy Scout

Gli “Action Movie” tutti noi li conosciamo, sono quel genere di film in cui la trama conta poco o nulla, quello che conta è la quantità di proiettili LAST BOYSCOUT (USA 91) Bruce Willis, Damon Wayanssparati, morti lasciati alle spalle ed esplosioni di cose o persone.

Un “classico” di questi “Action Movie” è sicuramente “The Last Boy Scout” (L’Ultimo Boy Scout) con Bruce Willys e Damon Wayans diretto da Tony Scott. Questo film ha tutto, sparatorie, tradimenti, scazzottate, esplosioni. I cattivi muoiono come è giusto che sia e gli eroi tornano a casa con qualche piccola ferita, avendo salvato tutto ciò che c’era da salvare.

Ma un bel giorno mi sono chiesto, se tutto questo fosse successo nella vita reale, quali sarebbero le conseguenze sul corpo dei protagonisti?

Per rispondere a questa domanda mi sono fato aiutare da una VERA Dottoressa in medicina che ha analizzato per noi il film e qui di seguito ha riportato le sue conclusioni a livello medico:

 


126:00: Bruce viene colpito da un manganello alla testa in zona occipitale. Pochi minuti dopo lo ritroviamo a ridere e a combattere contro il nemico.

Non plausibile perché: come minimo il paziente avrebbe dovuto avere un trauma cranico che lo avrebbe portato ad avere confusione mentale, cefalea, vomito, vertigini, diplopia. Risultato, non avrebbe potuto combattere e sarebbe morto dopo la prima mezzora di film.

damon volo1damon volo3damon volo2

56:00: Damon vola da un viadotto di schiena per circa un’altezza di 4/5m, atterrando sopra un parabrezza di una macchina parcheggiata sotto. Si rialza scherzando con i passanti per  poi alla fine svenire senza riportare danni visibili.

Non plausibile perché: questo è il tipico esempio clinico del “politrauma” (una o più lesioni traumatiche a più organi o apparati con compromissione attuale o potenziale delle funzioni vitali. Cioè morte). Sicuramente avrebbe dovuto riportare danni alla colonna vertebrale, emorragie interne, difficoltà respiratorie, dislocazione della spalla, frattura di coste, possibile perforazione di polmone con successivo pneumotorace e possibile rottura della milza.

bruce gancio62:00: Bruce viene colpito per due volte di seguito da un gancio destro ben assestato all’articolazione temporo-mandibolare. Ha solo un taglietto sul labro inferiore e riesce a vendicarsi mandando all’altro mondo il nemico con un solo pugno.

Non plausibile perché: due pugni consecutivi precisi di tale portata hanno almeno, come conseguenza, una dislocazione della mandibola con conseguente mal oclusione, scialorrea, e in caso di frattura presenza di sangue e dolore lancinante.

BRUCE CALCIO65:00: Bruce prende due colpi ben assestati con il calcio della pistola direttamente sul collo all’altezza delle vertebre cervicali. Lui fa solamente un mugugno di lieve dolore e continua a chiacchierare.

Non plausibile perché: due colpi ripetuti in quella zona hanno un’alta possibilità di causare al malcapitato un danno midollare, con conseguente tetraplegia o morte sul colpo.

damon faccia74:00: Damon viene scagliato di faccia contro il baule di una macchina in maniera molto violenta. Si riprende all’istante tenendosi il naso per fermare un lieve rivolo di sangue.

Non plausibile perché: come minimo un colpo del genere su una superficie metallica porterebbe ad una lacerazione della cute con fiotti di sangue, abbondante epistassi, deviazione del setto nasale, fino a possibile frattura sia dell’osso nasale che dell’osso frontale, probabilità anche di fuoriuscita di liquido cerebrale detta anche rinoliquorrea.

bruce piedi pari79:00: Bruce salta da un viadotto alto circa 5m e atterra a pie pari facendo delle piccole capriole per attutire il colpo, si mette a correre e a sparare subito dopo uccidendo il nemico.

Non plausibile perché: da un altezza del genere cadere a piedi pari causerebbe come minimo una distorsione alla caviglia se non a entrambe, per non arrivare a problemi alle ginocchia come rottura di legamenti, menischi dislocazione della rotula. Quindi non avrebbe comunque mai potuto rialzarsi e correre subito dopo.bruce fariBruce fari2

93:00: Bruce precipita su una serie di fari da stadio di schiena spaccandoli e facendoli esplodere, di seguito riesce a continuare il combattimento schivando varie pallottole e non facendosi ammazzare.

Non plausibile perché: avrebbe dovuto avere tagli causati dai vetri dei fari, escoriazioni per i tagli, ustioni elettriche per le esplosioni delle lampadine e possibili lesioni alla cuffia dei rotatori per il salto mortale fatto con le braccia bloccate.bruce coltelloBRUCE GIGA

95:00: bruce durante il combattimento viene accoltellato da un serramanico almeno lungo una decina di cm nella coscia destra. Subisce il colpo ma continua a combattere senza segni troppo evidenti di dolore, e per finire in bellezza comincia a ballare la giga alzando e abbassando la gamba ferita.

Non plausibile perché: una ferita da arma da taglio di quella lunghezza dovrebbe perlomeno lacerare il muscolo quadricipite impedendo un corretto movimento e una corretta esecuzione della danza. Nel caso più grave, avrebbe potuto lacerare anche strutture più profonde come rami della arteria femorale causando un massivo sanguinamento con schizzo e se non suturato in breve tempo portare alla morte per shock emorragico.

ORECCHIODurante il film abbiamo vari episodi non plausibili a livello medico, come varie scazzottate che non portano conseguenze e esplosioni che non fanno danni fisici agli eroi ma solo ai cattivi. Un episodio più eclatante è al minuto 60:00 quando portano Bruce tramortito in macchina e subito dopo ammazzano un poliziotto che passava a chiedere informazioni. La scerna si gira in macchina e l’esplosione del colpo di pistola avviene a pochi centimetri dall’orecchio di un altro cattivo che non riporta nessun tipo di conseguenza.

Non plausibile perché:  un colpo di pistola ha un’onda d’urto molto potente nelle brevi distanze, in questo caso il cattivone avrebbe dovuto riportare danni all’apparato uditivo come ovattamento, recruitment (alterata soglia dell’udito), perforazione del timpano, compressione di strutture vicine al colpo di pistola come la laringe, la trachea e i polmoni, e invece guida come se niente fosse la sua macchina portando il gruppo nel luogo designato.

Risultato finale: il nostro eroe Bruce sarebbe dovuto crepare almeno 5 volte e riportare danni strutturali che lo avrebbero reso almeno tetraplegico, il nostro eroe nero sarebbe dovuto morire meno volte, non perché sia nero, qui nessuno è razzista, ma solo perché ha partecipato a meno azioni di combattimento.

Il ringraziamento finale prima dei saluti va, oltre che a voi fedeli lettori, agli sceneggiatori degli “Action Movie” di tutto il mondo, che rendono i nostri eroi di tutti i giorni quasi onnipotenti, ed è questo che ci piace. Tutti sono capaci a essere degli eroi quando hanno super poteri, ma provateci voi a farlo con un mutuo da pagare, una dipendenza cronica da sigarette, una moglie fedifraga e una figlia rompipalle, poi cari Superman e Capitan America ne riparliamo.

Con questo vi saluto e vi ringrazio, alla prossima.

 

Carlo Marchetti e Doc.

happywheels
Recent Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.