Iron Man 3 solo io lo trovo orribile?

Home / MOVIES / Iron Man 3 solo io lo trovo orribile?

Cari affezionatissimi, ve lo dico senza peli sulla lingua, anche il terzo Iron man mi ha deluso.cry

Tutto è cominciato nel 2008 quando il Sig. Favreau (lo ricordiamo anche per “Elf” “le riserve” “Batman forever”) dirige il primo Iron Man. Protagonista come sappiamo tutti è  Robert Downey Jr. (“la donna esplosiva” “kiss kiss bang bang” “assassini nati”) fino a qui nessun problema, incassi stellari, ottime le critiche. Diciamola tutta questo primo film ha alimentato gigantesche speranze.

La storia è quella di Iron Man in chiave più moderna. Tony Stark multifantaipermiliardario della casata Stark vive a Winterfell con il suo metalupo. Bhaauhauhauh, stavo scherzano su cazzo!! Dicevo, vive da playboy, è un genio nella costruzione di armi e di tutte le cose scientifiche di cui io e anche voi non capiamo niente, si scopa tutte le più belle ragazze  che incontra sulla sua strada (io non faccio neanche questo) e la sua vita scorre senza problemi. Fino a quando viene rapito, gli impiantano un magnete nel petto per fermare dei frammenti di bomba “impossibili” da togliere (ricordate bene la parola impossibili), scambia il magnete con un reattore Arc e si costruisce una super armatura con la quale scappa. Da li ha inizio la vita di Iron Man. La vita di Tony Stark cambia e diventa un super eroe al servizio del bene, con quella punta di egocentrismo nel personaggio che non stanca mai.

Ma poi il DRAMMA!house-stark

Nel 2010 Iron Man 2. Tragedia. Orrore. Qui si avvera l’incubo a cui il mio cervello aveva dato i natali. Rovineranno tutto! E cosi fecero.

La storia non me la ricordo neppure bene, da quanto mi ha fatto incazzare l’ho visto credo non più di 4 volte (che per me è quasi niente). Mi ricordo che c’è Tony Stark che sta morendo lentamente intossicato dal suo stesso reattore impiantato nel petto, l’amico di Tony  Jim Rupert “Rhodey” Rhodes ruba una delle armature e la consegna all’esercito degli Stati Uniti e diventa War Machine. Mi ricordo che c’è un russo, Ivan Vanko antagonista di Iron Man che è una specie di fusione tra Dinamo Cremisi e Whiplash ossessionato dal suo pappagallo, mi ricordo anche molto bene la Vedova Nera interpretata dalla meravigliosa Scarlett Johansson che entra nella vita di Tony Stark sotto le finte spoglie di assistente di Pepper Potts. Compare Nick Fury che dona a Tony una cura temporanea e gli appunti del padre, con questi riesce a sintetizzare un elemento impossibile da sintetizzare lo sostituisce al vecchio reattore e come per magia abbiamo un Iron Man nuovo e più potente. Il resto è merda.Scarlett-Johansson

Qualche mese fa mi cade tra le braccia il nuovo trailer di Iron Man e vedo lui, l’antagonista per eccellenza del supereroe in lattina, colui che già nel primo film lo aveva imprigionato (setta dei dieci anelli), il Mandarino. E li le mie speranze si rinvigoriscono di nuova vita. Questo personaggio può dare una nuova ventata ai cattivi di Iron Man e sconvolgere la storia. Poi vengo a sapere che sostituiscono il regista Pepper Potts con Shane Black (“Arma Letale” “l’ultimo Boy Scout” “kiss kiss bang bang”) e penso che sia una mossa azzeccata, tutto nuovo, facciamo faville.

Settimana scorsa vado a vedere il film, esco dalla sala dopo 130 minuti e una lacrima mi solca il viso. L’ennesima cagata.

Non voglio spoilerarvi troppo la trama, vi dico solo che il Mandarino non è il Mandarino, dei poteri dei “dieci anelli” non si vede neanche l’ombra, il protagonista quasi assoluto è J.A.R.V.I.S. (intelligenza artificiale che accompagna la vita di Tony/Iron Man), War Machine diventa Iron Patriot che per chi sa qualcosa della storia del personaggio è più o meno una bestemmia. E per finire il grande e potente Tony Stark soffre di attacchi di panico per quasi tutto il film e si fa togliere i frammenti di bomba che aveva vicino al cuore, ve li ricordate? Quelli impossibili da far togliere.

Non vi dico altro se volete sapere di più sulla trama andate a spendere i danari al cinema o aspettate il dvd.Iron-Patriot-Norman-Osborn

Per concludere questa saga di Iron Man è stata una delusione. Non ho molto altro da dire, se fossi stato nei produttori avrei speso qualche soldo in più per gli sceneggiatori, magari ne avrei assoldato qualcuno che avesse letto seriamente i fumetti di Iron Man. Ma comunque so che le mie sono critiche inutili. Anche il terzo film ha sbancato il botteghino ed è stato un successo planetario.

Bravi tutti.

E qui si conclude la mia personalissima sparata su Iron Man, per chi volesse ribattere sono sempre aperto a critiche e giudizi. Per adesso vi saluto e vi do appuntamento al prossimo articolo di Nerdvana.

Che la forza sia con voi.

 

Carlo Marchetti

happywheels
Recommended Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.