Addio Robin. “Genie, you’re Free”

Home / SPECIAL / Addio Robin. “Genie, you’re Free”

Buongiorno a tutti.

Stamattina é stato davvero un brutto colpo leggere nelle notizie ansa in primo piano della prematura scomparsa di Robin Williams. (E non del cantante Robbie William come molti credono!).

So benissimo che nel mondo accadono cose ben più terribili e tragiche (Gaza, Iraq, Siria… potrei continuare all’infinito) ma nel mio piccolo vorrei comunque soffermarmi un attimo su questo avvenimento e dedicare il mio ultimo saluto ad un grandissimo attore.

Ovviamente la notizia ha fatto il giro del web in pochissimo tempo. Ho sperato, come spesso accade, che si trattasse dell’ennesima bufala.

Purtroppo no

Fiori

Condivido in pieno le parole della moglie :”Il mondo ha perso uno dei suoi artisti più amati e una persona meravigliosa”.

Robin Williams, 63 anni, é stato ritrovato morto suicida nella sua casa in California. Questo secondo le prime ipotesi che dovranno poi essere confermate nelle prossime ore dall’autopsia.

Sembra che l’attore da tempo soffrisse di depressione e che proprio recentemente fosse in riabilitazione per abuso di alcool.

Purtroppo, al loro arrivo, i paramedici non han potuto far altro che constatare il decesso dichiarandone come causa l’asfissia.

La famiglia ha chiesto di rispettare la sua privacy e di non concentrare l’attenzione sulla sua morte ma “sugli innumerevoli momenti di gioia e di risate che ha dato a milioni di persone”.

E così voglio fare!!US-OBIT-ROBIN WILLIAMS-STAR HOLLYWOOD WALK OF FAME

Nato a Chicago da una ex modella e da un dirigente della Ford, si diploma nel 1971 in California. Si iscrive alla facoltà di scienze politiche al Claremont Men’s College, dove inizia la sua passione per il teatro. Abbandonati gli studi si iscrive al prestigioso istituto di recitazione drammatica, Juilliard School di New York. Dopo una grande formazione teatrale, ottiene la popolarità televisiva sul finire degli anni settanta interpretando l’alieno Mork nella serie tv Mork & Mindy (1978-1982).

Dopo il debutto televisivo, avvenuto con una piccola parte nel Richard Pryor Show, passando poi per Happy Days, con il ruolo da protagonista in Mork incoronato a genio del comico, per Robin fu la volta del grande schermo.

Williams bravissimo nell’improvvisazione, grande stand-up comedian, grazie al suo passato teatrale poteva spaziare dal comico al drammatico con nonchalance.

Regalò al pubblico grandissimi interpretazioni collaborando con i migliori registi e attori contemporanei.

Protagonista (e non) di numerosi film, da “Good Morning Vietnam”Good-Morning-Vietnam

a “L’attimo fuggente” ,attimo_fuggente1

” Risvegli” ,risvegli_robert_de_niro_penny_marshall_020_jpg_rxfn

“Hook – Capitan Uncino”,hook

“Toys”,toys

“Mrs. Doubtfire”,mrs-doubtfire-is-getting-an-unnecessary-sequel-preview

“Nine months”epidurale

“Jumanji”,970jumanji1995hdtv720peng

“Piume di struzzo”,robin-williams-in-piume-di-struzzo-4189

“Flubber”,Flubber

“Patch adams”,patch

“L’uomo bicentenario”,L-Homme-Bicentenaire_4057_4ea5eb772c058837cb001b01_1320386157

“Una notte al museo”,ben-stiller-e-robin-williams-in-una-scena-del-film-una-notte-al-museo-352521

la bravura di Robin Williams é stata, senza ombra di dubbio, riconosciuta con diversi premi e nomination culminando, nel 1998, con la vittoria dell’ Oscar come miglior attore non protagonista per “Good Will Hunting” diretto da Gus Van Sant e con la sceneggiatura di Matt Damon e Ben Affleck.233Robin-williams-en10483A

Si era recentemente riaffacciato in tv con la serie comica, “The Crazy Ones” cancellata dopo una sola stagione. Il suo prossimo progetto era il terzo film della triologia, “Notte al museo, il segreto della tomba”, in uscita al cinema a Dicembre.

Personalmente lo ricordo con maggiore piacere nei ruoli di Peter Pan, Mrs Doubtfire, Alan Parrish, Armand Goldman, Leslie Zevo, Dr. Malcom Sayer e John Keating.

Il ruolo che mi ha più toccata e forse anche “plasmata” é stato sicuramente quello di Hunter “Patch” Adams nell’omonimo film.

Non potrò mai scordare il film in generale e in particolar modo il discorso finale tenutosi davanti al consiglio universitario e ad una folla di studenti che pendevano dalle sua labbra.

Ho cercato di fare mie quelle parole e spero in qualche modo di avercela fatta.

Brillante, intelligente, ironico, profondo, acuto e travolgente, non puoi non esserti mai imbattuto in un suo film e non averne apprezzato l’interpretazione.

Hollywood, e non solo, giustamente é sotto shock. Si sente derubata del suo “Capitano”.

Milioni i messaggi, i tweet, le dichiarazioni di cordoglio e di grande affetto nei confronti di questo straodinario attore.

Dicono di lui: Glen Close “Era tesoro nazionale”, Steven Spielberg “Era una tempesta lampeggiante di genio comico e le nostre risate il tuono che lo sorreggeva”, Mel Gibson “Aveva un gran cuore”….

Pure la casa bianca, nella persona di Barack Obama ne riconosce la grandezza : “unico nel suo genere”.

Armata di kleenex ti saluto Robin e ti ringrazio per le risate, l’intrattenimento, le riflessioni e le grandi lezioni che hai saputo regalarmi.

Genie. You’re free

IMG_20140812_124544

 

Doc

happywheels
Recent Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.